Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Turista cade in bici: assolto il Comune di Piode
Cronaca Varallo e Alta Valsesia -

Turista cade in bici: assolto il Comune di Piode

L'amministrazione era stata citata per danni, non avendo ben segnalato il tracciato. Ma l'Appello ha dato ragione al sindaco.

Turista cade in bici: dopo la condanna in primo grado, in Appello viene assolto il Comune di Piode, citato per danni.

Turista cade in bici: non è colpa del sindaco

Il Comune di Piode non ha colpa che nel 2010 un turista che stava facendo un’escursione in mountain bike lungo i sentieri cadde e si fece parecchio male. Così ha sancito la corte di Appello dopo che in primo grado l’amministrazione aveva avuto torto. L’episodio risale a otto anni fa, quando un biker quarantenne prese in affitto una mountain bike da una società del posto avventurandosi lungo i sentieri di Piode. Durante l’escursione fu vittima di una brutta caduta riportando diverse ferite. L’uomo aveva poi fatto causa al Comune in quanto, secondo lui, mancava la giusta segnaletica lungo il percorso dove era avvenuto l’incidente. E in primo grado il tribunale di Vercelli gli aveva dato ragione.

L’appello dà ragione al Comune

L’amministrazione comunale ha deciso di fare Appello e così la corte di Torino ha rivisto il caso e nei giorni scorsi è arrivata una sentenza che ha ribaltato la sentenza di primo grado. Assoluzione per il Comune con il biker che dovrà pure pagare le spese processuali. Il motivo della decisione? Non c’era certezza che l’incidente avvenne proprio nel territorio di Piode, Comune da cui partì soltanto l’escursione. Sono comunque frequenti i casi di turisti che sono vittime di infortuni e poi fanno causa alle amministrazioni, a Postua alcuni anni fa un villeggiante fece causa per essere inciampata lungo il marciapiede in centro paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *