Notizia Oggi Borgosesia > Economia e scuola > Scuola Portula porta gli auguri a 27 residenti oltre i 90 anni
Economia e scuola Sessera, Trivero, Mosso -

Scuola Portula porta gli auguri a 27 residenti oltre i 90 anni

In questi giorni preparate anche le “scatole” per i meno fortunati, un calendario dell’Avvento e le decorazioni davanti al municipio

Scuola Portula porta gli auguri a 27 residenti oltre i 90 anni. Un Natale all’insegna della gentilezza e della solidarietà alla scuola primaria di Portula con un pensiero alle persone anziane del paese creando per loro dei biglietti d’auguri, alle scatole della solidarietà, alla realizzazione di un calendario dell’avvento e alla decorazione dell’albero del municipio.

Scuola Portula porta gli auguri a 27 residenti oltre i 90 anni

«Questo – spiegano le insegnanti – è un anno particolare, pieno di restrizioni e difficoltà, in cui non abbiamo potuto fare il nostro tradizionale spettacolo di Natale con canti, balli e scambio di auguri. Abbiamo così pensato ad azioni di gentilezza e solidarietà per augurare buon Natale a chi forse in questa festa si sente solo o è in difficoltà o semplicemente per ringraziare chi ogni giorno si impegna perché tutto a scuola funzioni bene, Abbiamo pensato alle persone molto anziane di Portula che, a causa del Covid, non possono uscire di casa e forse passeranno il Natale lontano dalle loro persone care».

Progetto

In questo progetto, che ha coinvolto tutte le classi sono stati creati dei bigliettini d’auguri da spedire alle persone ultranovantenni di Portula. Questo ha dato modo di conoscere anche alcuni dati legati alla storia di queste persone.«Abbiamo scoperto – continuano le maestre – che gli ultranovantenni nel nostro paese sono in tutto 27: 24 donne e tre soli uomini, che ben dieci persone sono nate nel Veneto e che quindi anche noi siamo un popolo di migranti. Inoltre questa iniziativa è stata anche l’occasione per i nostri alunni di riscoprire la bellezza di preparare una lettera, di imbustarla scrivendo l’indirizzo, metterci il francobollo. Molti bambini non sapevano neppure cosa fosse un francobollo, e andare alla posta del paese per spedirla».

Iniziative

Un altro progetto della scuola è stato quello di aderire all’iniziativa “Scatole di Natale”, ogni classe ha messo all’interno delle scatole oggetti donati dagli alunni e dalle insegnanti. Gli alunni della classe prima stanno invece sperimentando un particolare calendario dell’Avvento, in cui a turno pescano una caramella e un cuore con il nome della persona a cui regalare un sorriso e un loro disegno con gli auguri.

«Abbiamo scelto di ringraziare – concludono le insegnanti – tutte le persone: maestre, cuoche, dipendenti comunali… che ogni giorno si impegnano a far sì che tutto a scuola funzioni per il meglio e si possa continuare a venire a scuola in presenza. Infine in queste iniziative legate alla gentilezza e alla solidarietà tutti i bambini hanno contribuito a rendere più bello l’albero di Natale allestito nell’atrio del municipio donando un proprio addobbo».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *