Notizia Oggi Borgosesia > Politica > Gattinara-Lenta, contributi garantiti anche se la fusione è in ritardo
Politica Gattinara e Vercellese -

Gattinara-Lenta, contributi garantiti anche se la fusione è in ritardo

Quasi sicuramente l’appuntamento con le urne sarà rimandato al prossimo anno.

Gattinara-Lenta, contributi garantiti anche se la fusione è in ritardo.  Quasi sicuramente l’appuntamento con le urne sarà rimandato al prossimo anno.

Gattinara-Lenta, contributi garantiti anche se la fusione è in ritardo

Ammesso che il lockdown imposto dalla zona rossa duri solo poche settimane; ammesso anche, ma il condizionale è d’obbligo, che a livello nazionale le limitazioni imposte dall’ultimo Dpcm cessino effettivamente il 3 dicembre senza ulteriori proroghe, il calendario si presenta già alle porte del Natale e del periodo in cui le categorie commerciali costrette a restare chiuse dovranno cercare di rimediare le perdite delle settimane precedenti. Ma ammesso che questo scenario, decisamente ottimista, si avveri, difficilmente la Regione manderà gattinaresi e lentesi a votare a ridosso delle festività natalizie. Ecco quindi che se ne riparlerà nel 2021.

I contributi più in là

«Ai fini dei vantaggi – dice Daniele Baglione – il rinvio al prossimo anno non cambierà assolutamente nulla. La contribuzione resta confermata, con 1,1 milioni di euro per dieci anni. L’unico “disagio” potrebbe essere che i soldi non arriveranno già a inizio 2021 ma bisognerà aspettare qualche mese. Sono tecnicismi che potrebbero portare solo a un ritardo nel versamento in cassa della prima delle dieci tranche di contributi statali e regionali, ma non perderemo nulla. Certo, aver avuto quei soldi subito ci avrebbe fatto molto comodo. Valdilana, proprio grazie a questi contributi, ha subito stanziato 250mila euro a favore dei suoi cittadini per fronteggiare l’emergenza Covid».

LEGGI ANCHE Covid Gattinara: positivo anche il sindaco Daniele Baglione | VIDEO

Rinviati anche gli incontri

Non appena le condizioni lo permetteranno riprenderanno gli incontri informativi con la popolazione da parte di entrambi gli schieramenti. Nel frattempo dovrebbe arrivare anche la sentenza del Tar del Piemonte, dopo il ricorso presentato dal comitato lentese “Non conFondiamoci”, con cui ha impugnato le delibere dei due consigli comunali di Gattinara e Lenta. Intanto il mandato del sindaco di Gattinara scadrà il prossimo anno e le elezioni comunali sono previste tra maggio e giugno. E’ probabile, quindi, che se la nascita del nuovo Comune di Gattinara andrà in porto, il commissario prefettizio resti in carica fino alla primavera inoltrata, quando le urne eleggeranno il primo consiglio comunale dell’ente nato dalla fusione. Se la fusione non dovesse farsi si voterà solo per eleggere il nuovo consiglio comunale della città del vino.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente