Seguici su

Senza categoria

Don Pino Cavallone torna a Gattinara per i 50 anni di sacerdozio

Pubblicato

il

Il prelato inaugurò nel 1975 la parrocchia di San Bernardo

Grande festa nei giorni scorsi a Gattinara in onore dei 50 anni di sacerdozio di monsignor Giuseppe Cavallone. Nella parrocchia di San Bernardo, dove alle 10,45 è stata celebrata la messa presieduta proprio dal prelato, che ora svolge il suo ministero pastorale a Vercelli, insieme al parroco di San Bernardo don Renzo Delcorno.

 Quello tra monsignor Cavallone e San Bernardo, la parte alta di Gattinara, è un legame che non si è mai interrotto. Fu proprio il sacerdote originario di Bianzè, infatti, ad “aprire” la parrocchia di San Bernardo nel 1975, dove rimase parroco fino ai primi Anni Ottanta. Ma periodicamente don Pino fa ritorno a Gattinara; in diversi anni lo ha fatto come delegato dell’arcivescovo di Vercelli per impartire il sacramento della Cresima ai ragazzi della parrocchia.

Quest’anno monsignor Giuseppe Cavallone festeggia il 50° anniversario di ordinazione sacerdotale, un traguardo importante per ogni sacerdote, e ha deciso di condividere la sua soddisfazione anche con la comunità gattinarese che non si è mai scordata di lui. Attualmente monsignor Cavallone è responsabile del seminario diocesano di Vercelli, parroco del duomo di Sant’Eusebio in Vercelli e delle parrocchie limitrofe, in centro a Vercelli. E’ Canonico effettivo del Capitolo della Cattedrale di Vercelli e prelato d’onore di Sua Santità. Inoltre don Pino ricopre anche diversi incarichi di Curia, occupandosi dell’Ufficio Famiglia e della gestione del seminario, di cui per molti anni fu rettore, incarico che ora è passato al gattinarese don Renzo Delcorno.

Dopo la messa, oltre ottanta persone hanno partecipato a un pranzo in onore di don Pino, servito nei locali sottostanti dell’oratorio di San Bernardo. A monsignor Cavallone è stata donata una stampa su tela della chiesa parrocchiale di San Bernardo, che lui stesso ha contribuito a edificare. Poi il momento conviviale, con il pranzo, che è stata anche l’occasione per inaugurare il salone dopo i lavori di riqualificazione che sono stati fatti nei mesi scorsi.