Notizia Oggi Borgosesia > Senza categoria > Omicidio volontario per la morte del piccolo Leonardo a Novara
Senza categoria Novarese -

Omicidio volontario per la morte del piccolo Leonardo a Novara

La procura parla di una «violenza non degna di essere umano»

Omicidio volontario per la morte del piccolo Leonardo di 20 mesi a Novara.

Omicidio volontario, gli arresti

La Polizia ha arrestato la madre Gaia Russo, 22 anni, incinta e ai domiciliari, e il compagno Nicholas Musi, biellese 23 anni in carcere. L’accusa nei loro confronti è di omicidio volontario pluriaggravato.
Il piccolo Leonardo è morto giovedì mattina, la madre si era presentata in ospedale spiegando che il piccolo era caduto dal lettino. Ma i riscontri dell’autopsia hanno chiarito che non le lesioni riscontrare sul corpo del bambino non erano compatibili con una caduta dal lettino.

Conferenza stampa

La procura di Novara con in testa il Procuratore Marilinda Mineccia, il pubblico ministero Ciro Caramore, il questore di Novara, Rosanna Lavezzaro e il capo della squadra Mobile Valeria Dulbecco hanno spiegato i dettagli in una conferenza stampa. Addirittura la violenza è stata definita «non degna di un essere umano». Il corpo era «martoriato con ecchimosi, fratture e lesioni multiple». La coppia è finita agli arresti, per lunedì la convalida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente