Notizia Oggi Borgosesia > Sport > Virus ferma mister Fabani nella corsa verso le mille panchine
Sport Borgosesia e dintorni -

Virus ferma mister Fabani nella corsa verso le mille panchine

All'inizio dell’ultimo campionato ha tagliato il prestigioso traguardo delle 900 panchine.

Virus ferma mister Fabani nella corsa verso le mille panchine: «Ne riparliamo nel 2021».

Virus ferma mister Fabani

All’inizio dell’ultimo campionato ha tagliato il prestigioso traguardo delle 900 panchine. Ma a fermare la corsa verso quota mille presenze di Raffaele Fabani, mister della Quaronese, ci ha pensato il virus. Il decano degli allenatori valsesiani, 66 anni, di cui 32 passati su una panchina, in carriera ne ha viste di tutte colori, ma certo non si aspettava di non poter concludere un campionato per ragioni diverse da esonero o dimissioni.
LEGGI ANCHE: Federazione calcio ferma il campionato Dilettanti, proseguono Serie B e C

Orizzonte incerto

E per l’immediato futuro Fabani non è troppo ottimista: «Questo virus sarà un grosso problema anche per il calcio, soprattutto per quello dilettantistico, che secondo me farà molta fatica a ripartire. Anzi penso che non torneremo in campo finché non si troverà un vaccino. Impensabile che le nostre società possano dotarsi di un medico o provvedere alla sanificazione. E far rispettare le distanze di sicurezza in certi spogliatoi dove di solito ci si cambia uno attaccato all’altro, sarebbe proprio impossibile».

Si riparte l’anno prossimo?

L’allenatore della Quaronese, che nel suo lungo girovagare tra i campi di provincia è stato anche a Varallo, Grignasco, Valsessera, Rovasenda, Sanmauriziese, Oleggio Castello, non esclude che il campionato possano riprendere soltanto nel 2021: «E allora lancio una proposta. Perché non riprendere da dove ci siamo fermati? A partire di febbraio dell’anno prossimo, cioè, si potrebbero giocare le partite che sono saltate in questa stagione. E se invece si dovesse decidere di tenere buone in parte le classifiche parziali di questo campionato sarebbe giusto, se si fa salire la prima, far retrocedere anche l’ultima».

Quaronese partita col botto

Il virus ha interrotto il calcio e anche il sogno della Quaronese, in lotta (fino a quando si è potuto giocare) per il salto in Prima categoria e vincitrice della Coppa provinciale: «Nelle 42 partite (26 dell’anno scorso e 16 di quest’anno) che ho diretto come allenatore – conclude Fabani -, abbiamo raccolto 84 punti, che sono tantissimi. Io a Quarona mi fermerei volentieri, anche se con la società non si è ancora parlato di futuro. Di certo ci tengo ad arrivare a quota mille partite da allenatore».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente