Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Mollia ricorda Gianluca Camaschella nel plastico delle montagne
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Mollia ricorda Gianluca Camaschella nel plastico delle montagne

Dopo quasi mezzo secolo la creazione necessitava di una rinfrescata: si sono così presi a cuore la sua salute il comitato Paniccia con l’aiuto dell’ente benefico “Orto delle ragazze”.

Mollia ricorda Gianluca Camaschella nel plastico delle montagne. Pochi giorni fa, dopo la processione del Corpus Domini, officiata dal caro don Marco Baroncini, la popolazione si è riunita intorno allo storico plastico raffigurante la catena montuosa di Mollia, situato a lato della chiesa parrocchiale.

Mollia ricorda Gianluca Camaschella nel plastico delle montagne

Il plastico, ideato e realizzato dal geometra molliese Franco Guala sul finire degli anni sessanta, rappresentava nel dettaglio i monti del territorio molliese, con la precisa localizzazione degli alpeggi, e i nomi delle cime.  Dopo quasi mezzo secolo il plastico e la sua casetta necessitavano di una rinfrescata: si sono così presi a cuore la sua salute il comitato Paniccia con l’aiuto dell’ente benefico “Orto delle ragazze”.

Inaugurazione

grim varallo

Gianluca Camaschella

Pochi giorni fa si è giunti alla tanto sospirata inaugurazione: un momento molto toccante poiché le associazioni hanno deciso di intitolare il bel lavoro alla memoria del giovanissimo molliese Gianluca Camaschella, scomparso il 2 aprile dello scorso anno, che faceva parte del comitato Paniccia da pochi anni, ma già aveva saputo trasmettere al gruppo di volontari il suo essere limpido, spontaneo, preciso ed affidabile. È stata scoperta una targa in legno in sua memoria, posizionata sul plastico, accompagnata dalle parole toccanti del sindaco Marilena Carmellino, che ha voluto ricordare Gianluca come un esempio che deve rimanere impresso nella mente di tutti, e da cui tutti devono trarre insegnamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente