Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Romagnano chiusa storica edicola di piazza Libertà
Attualità Novarese -

Romagnano chiusa storica edicola di piazza Libertà

Era in attività da 56 anni e la gestione è passata dai genitori alla figlia

romagnano chiusa

Romagnano chiusa l’edicola di Nadia Quercioli: la sua famiglia ha condotto l’attività per 56 anni in tutto.

Romagnano chiusa edicola in piazza

Sono moltissimi i romagnanesi e le altre persone di passaggio che facevano tappa in piazza Libertà per comprare il giornale, le figurine o una rivista. Ma ora da gennaio l’edicola storica di piazza Libertà a Romagnano, un vero e proprio punto di riferimento nel paese, chiude i battenti. Le edicolanti Eda Tosetti, 80 anni, da tempo ritirata dal lavoro e la figlia Nadia Quercioli, dal primo dicembre neo pensionata, hanno deciso di godersi il meritato riposo dopo una vita letteralmente passata tra giornali e riviste. Era il 1962 infatti quando Eda Tosetti, allora 24enne, e il marito Gian Mario Quercioli decisero di rilevare il chiosco di piazza Libertà. Dopo la scomparsa dal marito, l’edicola fu condotta dalla moglie e dalla figlia. Dopo la pensione di Eda Tosetti, l’edicola era passata alla figlia Nadia; ma Eda, una signora decisamente arzilla, è rimasta comunque a dare una mano.

Meno lettori

«Erano altri tempi .- dice Tosetti -. Vendere giornali, contribuire al diffondersi dell’informazione era un mestiere che dava gratificazioni. Oggi purtroppo invece, con Internet, i giovani non leggono più i quotidiani. Anche le altre riviste non sono così richieste, perlomeno a Romagnano. Insomma si legge molto meno». Un sacrificio il mestiere dell’edicolante: la serranda si alza alle 5.30 e fino alle 19.30 non si abbassa. Senza pause per il pranzo. «Noi abbiamo lavorato sempre, anche nei giorni festivi». Per questo motivo quando hanno cercato di cedere l’attività, non c’è stata risposta. «Da soli è impensabile gestire un’edicola. Bisogna essere almeno in due». Da pensionata “sul serio”; la signora Eda ha in mente molti progetti. «Voglio viaggiare in lungo e in largo per l’Italia e vedere tutte le belle cose che il nostro Paese offre. Non ho mai potuto farlo, voglio recuperare adesso».

La gratitudine del paese

E il sindaco di Romagnano, Cristina Baraggioni, sabato mattina ha consegnato a nome dell’amministrazione comunale un attestato di ringraziamento e lo stemma dell’antico borgo. «L’edicola della piazza – ricorda Baraggioni – era un luogo di socializzazione e di condivisione per tutto il paese. Nei miei ricordi era un punto di riferimento: da ragazzina andavo a comprarvi i fotoromanzi e gli Harmony e poi i quotidiani. Se sparisce un’edicola, sparisce un’istituzione».

2 Commenti

  • gianpiero valazza ha detto:

    l’edicola era gia aperta negli anni 40 e il gestore era il bisnonno di Pettinaroli Alessandro e nonno di Giuseppe

  • Andrea ha detto:

    Internet è utile x molte cose però io preferisco leggere il cartaceo…..compro le figurine x mio figlio….quindi la chiusura del l’edicola è una cosa negativa…. X certi aspetti maledico internet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente