Seguici su

Attualità

Borgosesia dura vita nelle risaie nel primo romanzo di Bruno Alberganti

Pubblicato

il

Borgosesia pubblicato il primo romanzo di Bruno Alberganti: «Ho descritto la vita di impegni e sacrifici tra le risaie vercellesi. Un percorso durato più di due anni».

Borgosesia ecco il primo romanzo di Bruno Alberganti

Una storia ambientata tra le risaie del Vercellese, che si snoda attraverso tre generazioni attorno a una azienda agricola: è l’esordio nel romanzo dello scrittore borgosesiano Bruno Alberganti. Dopo un’ampia produzione di poesie e racconti, l’autore si è dato un nuovo obiettivo. E così è nato “Cascina dell’Angelo”.

LEGGI ANCHE: Borgosesia romanzo fantasy pubblicato da una giovane insegnante

Di cosa parla “Cascina dell’Angelo”?

Ho descritto la vita di impegni e sacrifici tra le risaie vercellesi. Il nome fa riferimento a un personaggio chiave del romanzo. Mi sono recato più volte in una cascina-azienda nel Vercellese per seguire i vari lavori nelle risaie che si succedono in base alle stagioni, ho cercato di farmi un minimo di cultura per descriverli nel migliore dei modi nelle pagine del romanzo.

I suoi generi sono essenzialmente racconti e poesie: com’è nata l’idea di dedicarsi a un vero e proprio romanzo?

Racconti e poesie fanno tuttora parte del mio modo di esprimermi, questa è stata una parentesi. Non avevo nemmeno pensato di scrivere un romanzo, dato che è nato come un racconto dal titolo “Il podere dell’Angelo”, di una quarantina di pagine, rimasto relegato in un cassetto per sette anni. Un giorno l’ho ripreso in mano e ho deciso di proseguire, cancellandone il finale, e ampliando la storia non solo soffermandomi sulla famiglia del risicoltore, perno del romanzo, ma proseguendo per tre generazioni. Ed essendo ambientato ad Albano Vercellese, ho provveduto a modificare il titolo cambiando podere in cascina, più consono alle risaie vercellesi.

Quanto tempo c’è voluto per portare a termine il romanzo?

È impossibile stabilirlo, anche perché inizialmente non mi dedicavo in modo assiduo alla scrittura. Vi erano giorni che dopo un paio d’ore non ero riuscito a scrivere nemmeno una pagina, altri invece dove la scrittura scorreva fluida. Credo di averci impiegato un paio d’anni, senza contare il tempo trascorso per le varie riletture, per correzioni e modifiche.

Ci sarà un secondo romanzo? Ha altre storie nel cassetto che richiedono di essere scritte in forma lunga?

Sono certo che non mi dedicherò più alla scrittura di un’opera talmente corposa come “Cascina dell’Angelo”. Mi ha richiesto molta fatica, troppa, non avendo oltretutto preparazioni letterarie alle spalle. Tornerò a poesie e racconti brevi, non mi sento in grado di imbarcarmi nuovamente in un impegno simile.

Dove acquistarlo

Il romanzo è in vendita all’edicola Perolio in via Roma a Borgosesia e nelle librerie online Ibs e Unilibro; è disponibile anche in versione e-book. “Cascina dell’Angelo” è stato pubblicato da “Aletti editore” nella collana “I diamanti della narrativa”. Ha già ricevuto diversi premi in concorsi letterari e ottenuto la consacrazione a una rassegna internazionale dedicata al premio Nobel Salvatore Quasimodo.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *