Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia mascherine e guanti buttati ovunque | LE FOTO
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia mascherine e guanti buttati ovunque | LE FOTO

Ordinanza del Comune per evitare che il materiale venga abbandonato in aree verdi, marciapiedi e parcheggi

Valduggia mascherine

Borgosesia mascherine e guanti buttati ovunque. Troppe mascherine gettate per strada, il Comune corre ai ripari e minaccia multe.

Borgosesia mascherine e guanti buttati ovunque

Scorri per vedere le foto

 

Il problema, oltre che per il decoro pubblico, ha anche rilevanza sotto l’aspetto igienico sanitario. Il sindaco Paolo Tiramani ha così firmato un’ordinanza con cui si impone il divieto di abbandono dei dispositivi di protezione individuale usati, come guanti, mascherine e simili. In caso di individuazione del responsabile, l’infrazione è punita con la sanzione amministrativa di 300 euro.

Misure

Sono numerose le mascherine e i guanti in cui ci si imbatte mentre si cammina; si trovano sui marciapiedi e negli angoli delle vie in centro, lungo le strade nelle frazioni. Una situazione che ha allarmato cittadini e amministrazione comunale: «Molti hanno segnalato questo malcostume – conferma l’assessore Eleonora Guida che ha delega all’ambiente – lamentando il ritrovamento nelle aree verdi, ai bordi delle strade, nei parcheggi e in tanti altri luoghi. Un comportamento che fortunatamente appartiene a pochi, ma che intendiamo stroncare immediatamente perché è un rischio per la salute pubblica e per l’ambiente, oltre che un’offesa al decoro della città per il quale si siamo sempre attivati».

Ordinanza

L’ordinanza comunale sarà in vigore fino al 31 luglio: «La normativa – evidenzia l’assessore – prevede che guanti, mascherine, fazzoletti e quant’altro, debbano essere smaltiti nei rifiuti indifferenziati. Pertanto abbiamo stabilito il divieto di abbandono sul suolo del Comune e fissato un’ammenda di 300 euro per i trasgressori». Sarà la polizia municipale a vigilare e rendere esecutiva l’ordinanza. «L’obiettivo è ottenere il rispetto della città e degli spazi comuni – conclude Guida -, l’auspicio è che non ci sia bisogno di fare multe, ma che la gente si ravveda autonomamente comprendendo che il suolo pubblico appartiene a tutti e pertanto va difeso. Spiace dover ricorrere a questa ordinanza per far rispettare la nostra città e mi auguro che non vi sarà la necessità di dover elevare multe».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *