Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia test sierologico scopre 18 persone positive al Covid-19
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia test sierologico scopre 18 persone positive al Covid-19

In tutto si sono sottoposti all'esame 5500 cittadini maggiorenni: il 3,70% di loro ha sviluppato gli anticorpi.

Borgosesia test sierologico scopre 18 persone positive; altre 200 hanno superato il virus.

Borgosesia test sierologico scopre 18 persone positive

Hanno individuato diciotto persone positive al Covid-19 i test sierologici condotti nel fine settimana sui residenti maggiorenni di Borgosesia. Si tratta di cittadini che non presentavano sintomi e che si trovano ora sotto osservazione in quarantena. Sono stati sottoposti ai tamponi subito dopo che l’esame che ha accertato la loro positività agli anticorpi IgM.

Oltre 200 a contatto con il virus

Nel complesso, allo screening hanno partecipato più del cinquanta per cento dei residenti maggiorenni (sul numero totale di 10.863): sono stati eseguiti 5500 test sierologici, una risposta che viene definita ottimale per questo tipo di iniziative. Oltre ai diciotto borgosesiani individuati positivi anche al tampone, ne sono emersi 204 (il 3,70% dei soggetti testati) positivi agli IgG ossia che nelle scorse settimane hanno contratto il Covid, evidentemente in forma lieve o asintomatica, e hanno sviluppato gli anticorpi.

Lettura dei dati

I risultati della campagna epidemiologica saranno ora analizzati dall’Università del Piemonte Orientale per conoscere in dettaglio la risposta immunitaria dei cittadini, in previsione di una successiva pubblicazione dello studio. «Dai dati emerge che il comportamento dei cittadini è stato rigoroso e rispettoso delle regole della comunità – commenta la presidente di Fondazione Valsesia, Laura Cerra -, ma per mantenere questa situazione di privilegio è necessario continuare a prendere le precauzioni e seguire le indicazioni del ministero della Salute per evitare i contagi».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *