Attualità Fuori zona -

Cauzione per scalare il Monte Bianco: deve coprire i costi di eventuali soccorsi e sepoltura

La decisione di un comune sul versante francese, dove molte persone continuano a percorrere la via normale malgrado attualmente sia pericolosa per la caduta di pietre.

Cauzione per scalare il Monte Bianco: la prevede il comune di Saint-Gervais, sul versante francese.

Cauzione per scalare il Monte Bianco

Una cauzione da 15mila euro per scalare il Monte Bianco: 10mila sono pari al costo medio dei soccorsi, mentre gli altri 5mila sono destinati a coprire le spese di un’eventuale sepoltura della vittima. Il provvedimento è stato adottato dal sindaco di Saint Gervais, comune sul versante francese.

LEGGI ANCHE: Frana sul Cervino: cordate costrette a evacuare con l’elicottero | VIDEO

La via normale

Sul territorio del comune passa infatti la via normale francese dal rifugio del Gouter, che conduce alla vetta del Monte Bianco. Attualmente l’itinerario è da evitare a causa di rilevanti cadute di pietre, legate alla siccità. Ma decine di persone ignorano la raccomandazione, mettendo a rischio la propria vita. Da qui la decisione. «E’ inaccettabile – scrive il sindaco – che sia il contribuente francese a pagare questi costi».

Foto di Franco Pecchio da Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.