Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Code all’Asl di Ponzone, Comune apre il confronto
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Code all’Asl di Ponzone, Comune apre il confronto

L'incontro ha rappresentato anche l'occasione per riflettere sullo sviluppo dei servizi.

code all'asl

Code all’Asl a Ponzone: l’Asl e il Comune si confrontano per trovare una soluzione.

Code all’Asl

Un incontro tra l’Asl di Biella e l’amministrazione comunale: «Le code agli sportelli Asl vanno risolte e con l’azienda abbiamo fatto un ragionamento anche per potenziare i servizi sanitari del Comune di Valdilana». L’obiettivo è cercare di risolvere i problemi, ma anche iniziare a porre le base per uno sviluppo futuro dei servizi. Con gli orari dimezzati agli sportelli Asl di Ponzone e Valle Mosso da inizio anno i disagi non sono mancati e proseguono. «Nell’incontro – spiega il sindaco Mario Carli – abbiamo fatto presente che gli sportelli nelle zone marginali servono soprattutto perché non tutti hanno la possibilità di prendere l’auto e spostarsi da un posto all’altro».

Automazione

La soluzione sembra potenziare gli sportelli automatici. «Abbiamo dato la nostra disponibilità a ragionare per far funzionare al meglio le macchine automatiche per il ritiro dei referti – riprende Carli -. Per quanto riguarda gli sportelli, visto che il problema è stato riscontrato, abbiamo chiesto che venga anche risolto». Ma il summit è stato l’occasione anche per parlare dei servizi sanitari sul territorio di Valdilana. «Ci interessava avere una visione complessiva per tutto il discorso sanità – riprende Carli -. Il nostro è un territorio importante perché ci sono delle strutture che potrebbero essere sfruttate creando un discorso di eccellenza a livello locale. Avere un presidio locale permetterebbe anche di avere un risparmio a livello di ospedale».

La casa della salute

Già anni fa si parlava della casa della salute a Trivero, un progetto nato ma che deve ancora decollare secondo gli intendimenti annunciati. «Come amministrazione ci siamo messi in gioco – sostiene Carli -. E penso che si possa iniziare a lavorare per tenere punti di cura essenziali per il territorio e per permettere a Valdilana di crescere. La strada per arrivare a questo risultato non è quello delle polemiche. Il nostro territorio è in grado di fare ragionamenti ed essere portatore di proposte e visioni per un adeguato servizio. Questo è possibile attraverso percorsi condivisi. La collaborazione e la discussione aiutano di trovare le strade migliori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *