Seguici su

Attualità

Elezioni a Serravalle, Basso supera il quorum: verso la conferma a sindaco

Affluenza in ribasso ma oltre il 40 per cento anche tutti gli altri comuni della zona in cui si sta votando. Tranne Masserano.

Pubblicato

il

Elezioni a Serravalle, Basso supera il quorum: verso la conferma a sindaco. Affluenza in ribasso ma oltre il 40 per cento anche tutti gli altri comuni della zona in cui si sta votando.

Elezioni a Serravalle, Basso supera il quorum: verso la conferma a sindaco

Il dato dell’affluenza registrato alle 23 della serata di ieri, domenica 14 maggio, indica un calo più o meno marcato rispetto alla precedente tornata amministrativa. Ma in zona quesi tutti i comuni in cui si sta votando per il consiglio comunale (tranne Masserano) hanno superato la soglia del 40 per cento dei votanti. Il che significa che dove la lista è una sola, la vittoria è quasi scontata. Il “quasi” è d’obbligo perché in realtà c’è un’altra verifica da fare: occorre infatti che la lista “abbia riportato un numero di voti validi non inferiore al 50 per cento dei votanti”. Per paradosso, se gli elettori votassero per la maggior parte scheda bianca o nulla, anche superando il quorum non ci sarebbe l’assegnazione della vittoria. Ma ovviamente è un’ipotesi molto remota.

Dunque vanno verso la conferma Massimo Basso a Serravalle (42 per cento dei votanti), Daniele Todaro a Cellio con Breia (49), Andrea Cerri a Boca (43), Roberto Luigi Sacchi in Alto Sermenza (43) e Antonella De Regis a Scopello (43). Sfida a due invece a Pila tra Omar Cucciola e Massimo Gatti, a Lenta tra “Pino” Rizzi e Sergio Parini.
Qui l’affluenza ieri alle 19.

Il caso Masserano

Il centro che più di tutti ha finora disertato le urne è stato Masserano, dove ieri alle 23 solo il 39 per cento degli elettori era andato a votare. E dire che  si tratta di una sfida a due tra Stefano Zanone e Andrea Mazzola.

Affluenza in calo con la lista unica

Come è intuibile, l’affluenza è in calo rispetto alla precedente tornata amministrativa soprattutto nei centri dove c’è solo una lista. A Serravalle siamo passati (rilevazione delle 23) da 65 a 42 per cento circa. A Scopello da 81 a 43 per cento. A Cellio con Breia da 73 a 49 per cento. A Lenta invece, dove la competizione risente ancora delle polemiche sulla fusione con Gattinara, si è passati dal 79 al 74 per cento. A Pila dal 68 al 65 per cento, quindi con riduzioni molto meno marcate.

Si vota ancora oggi

I ritardatari hanno comunque ancora mezza giornata di tempo: oggi si vota fino alle 15, dopo di che partiranno gli scrutini.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *