Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Filiali BpN chiuse da tre mesi: i sindaci adesso si arrabbiano
Attualità Gattinara e Vercellese -

Filiali BpN chiuse da tre mesi: i sindaci adesso si arrabbiano

Il primo cittadino di Roasio ha scritto alla direzione centrale dell'istituto di credito per avere informazioni.

filiali bpm

Filiali BpN chiuse: anche a Roasio il sindaco ha scritto alla sede centrale dell’istituto di credito.

Filiali BpN chiuse

Anche a Roasio la filiale della banca Bpm ha chiuso i battenti per l’emergenza Coronavirus: è accaduto il 13 marzo. I clienti sono stati dirottati su Cossato, da cui l’ufficio dipende. Nonostante le richieste di informazioni sulla riapertura da parte del Comune, non c’è ancora una data. Stessa storia anche per altre filiali valsesiane chiuse come Grignasco, Quarona, Serravalle e Ghemme.
Il sindaco di Roasio Gianmario Taraboletti ha così deciso di scrivere direttamente alla sede centrale del Banco Bpm e all’Abi, associazione bancaria italiana.

La chiusura

«Questa situazione ha creato notevoli disservizi – spiega Taraboletti nella lettera – anche in funzione delle limitazioni legate  agli spostamenti sull’intero territorio nazionale. La filiale di Cossato da cui Roasio dipende dista poi 13 chilometri». I clienti quindi da mesi ormai devono fare chilometri per qualsiasi operazione bancaria. Dopo il Dpcm che ha dato il via alla fase-2 ci si attendeva la riapertura che però non è avvenuta: «Questo continuo rimandare l’apertura – osserva – ha aggravato la situazione del nostro territorio già segnato dalla chiusura definitiva della filiale della Biverbanca. A complicare ulteriormente la situazione c’è stato il furto dello scorso 26 maggio con conseguente danneggiamento dello sportello Bancomat  che a distanza di due settimane non è ancora funzionante». Oltre alla popolazione di Roasio la filiale Bpm ha clienti provenienti anche da Sostegno, Lozzolo e Brusnengo. «Mi auguro – spiega Taraboletti – di avere una risposta e una data certa sulla ripresa dell’attività».

Le altre filiali

Ma anche i Comuni come Quarona, Grignasco e Coggiola dipendenti dall’ufficio Bpm di Borgosesia stanno attendendo risposte. Dopo la lettera inviata al Banco Bpm, la direzione ha replicato scusandosi per eventuali difficoltà, sottolineando però di aver messo in atto tutto il proprio potenziale per assicurare i servizi bancari alla propria clientela, attraverso i sistemi automatizzati (come i bancomat) e attraverso l’ulteriore rafforzamento dei canali digitali. In particolare  i clienti delle filiali chiuse sono stati seguiti, in tutte le loro esigenze, dalle filiali rimaste aperte».  Ma sulle date di  riapertura delle filiali non arriva alcuna notizia.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente