Seguici su

Attualità

Legambiente protesta: la centralina a Otro sfregio alla bellezza

Pubblicato

il

Legambiente protesta: «Una centralina idroelettrica a Otro? Minacciata una delle vallate più belle».

Legambiente protesta: uno sfregio la centrale a Otro

Si torna a parlare della centrale idroelettrica di Otro in Valsesia e Legambiente alza gli scudi. Il progetto aveva avuto il via ufficiale nel 2002 con la firma per una concessione trentennale a una società lombarda. Finora è stata realizzata una galleria sotterranea di 1500 metri, poi non ci sono stati ulteriori sviluppi.

Nell’ultimo periodo però l’argomento è tornato d’attualità, anche perché la concessione ha una durata ancora di undici anni. L’amministrazione comunale di Alagna ha ribadito la propria preoccupazione, nel frattempo interviene Legambiente.

L’intervento di Legambiente

Scrive Enrica Busti, presidente di Legambiente del Vercellese e della Valsesia: «È con preoccupazione che Legambiente del Vercellese e della Valsesia apprende del rinnovato interesse da parte di una società lombarda per lo sfruttamento idroelettrico del torrente Otro. Si tratta di un progetto altamente impattante e che avrebbe ripercussioni molto negative sull’intero ecosistema di una tra le più belle vallate dell’intero arco alpino».

Progetto fintamente “green”

«Da sempre la nostra associazione si oppone in maniera decisa a questi progetti, obsoleti, dannosi e solo all’apparenza “green”, essendo basati su dati risalenti a oltre trent’anni fa, che non considerano la drammatica riduzione della portata idrica causata dal sempre più evidente riscaldamento globale ed inutili, in quanto in grado di produrre solo una quantità irrisoria di energia, a fronte di un danno ambientale ingentissimo, come nel caso dello scellerato progetto sul torrente Sorba».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

3 Commenti

3 Comments

  1. John

    7 Febbraio 2021 at 10:01

    Siamo alle solite. Ambientalisti, brutta gente. Tutti vogliono la corrente elettrica, basta solo che non sia prodotta. Punto. Gli ambientalisti sono al pari degli animalari e dei vegani, sette retrograde ed estremiste, mosse da un egoismo senza misura, perchè si arrogano il diritto di imporre le loro ideologie senza senso alla maggioranza delle persone che invece non la pensano affatto come loro, e a ragione.

  2. Fred

    8 Febbraio 2021 at 22:29

    Grande John,
    hai capito tutto ! Gli Ambientalisti sono peggio dei Bolscevichi (ne ho visto uno l’anno scorso con il coltello tra i denti che cercava di mangiarsi un giovane tofu); non vanno mai in Chiesa, (una vera Setta!) e se non facciamo niente ci toglieranno gli Smartphones, i nostri fuoristrada e non potremo più mangiare il Foie Gras e la polenta con osei a Natale ! E per colpa loro siamo arrivati in 15 anni ad avere un terzo dell’elettricità prodotta da queste brutte, insignificanti e stupide energie rinnovabili ! Io proporrei di attaccare sul loro petto una bella stellina color fuxia ( giallo s’è già visto) in modo di indicarli con il ditto a tutta la gente perbene . Che ne dici ?

    • John

      9 Febbraio 2021 at 17:00

      Di stellina ce n’è una anche per te. Ma non saprai di che colore.

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *