Attualità Fuori zona -

Maturità tra Pascoli, Segre e la pandemia. Le tracce

Al via oggi le prove scritte anche per gli alunni valsesiani e valsesserini. E voi che ricordo avete della maturità?

Maturità tra Pascoli, Segre e la pandemia. Le tracce. I giovani che hanno concluso il quinto anno di scuola superiore da oggi, mercoledì 22 giugno, hanno cominciato le prove dell’esame di licenza superiore. Tra i molti studenti italiani sottoposti al test ci sono anche i valsesiani e i valsesserini.

Maturità tra Pascoli, Segre e la pandemia

Come riporta Prima Biella le tracce sono sette in tutto: comprensione, analisi e interpretazione di una poesia delle Myricae di Giovanni Pascoli “La via ferrata” e per l’analisi di un testo argomentativo “La sola colpa di essere nati” di Gherardo Colombo e Liliana Segre.

Poi una novella di Giovanni Verga “Nedda, Bozzetto siciliano”, un discorso pronunciato alla Camera da Giorgio Parisi,premio Nobel per la Fisica 2021.

La pandemia

“Tienilo acceso: posta commenta condividi senza spegnere il cervello”, è la traccia che riguarda l’iperconnessione, una riflessione a partire da un testo di Vera Cheno e Bruno Mastroianni.

Ancora la comprensione e l’analisi di un testo tratto da Oliver Sacks “Musicofilia”.

LEGGI ANCHE Con la mascherina alla Maturità, Azzolina: Si può togliere ai concerti e non a scuola? Non ha senso

Infine la traccia di attualità, che è sulla pandemia con un testo tratto da Luigi Ferrajoli “Perché una Costituzione della terra?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.