Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Museo Borgosesia fa il pienone: 2500 visite lo scorso anno
Attualità Borgosesia e dintorni -

Museo Borgosesia fa il pienone: 2500 visite lo scorso anno

Diverse attività hanno coinvolto le scuole. Anche i più piccoli sono andati alla scoperta dell'archeologia e della paleontologia.

museo borgosesia

Museo Borgosesia traccia il bilancio del 2018: molti i visitatori giovani.

Museo Borgosesia i numeri

Il museo di archeologia e paleontologia “Carlo Conti” di Borgosesia può tracciare un segno positivo per quanto riguarda lo scorso anno. I dati relativi al 2018 parlano di circa 2500 visitatori, un migliaio dei quali giovani. Dallo scorso anno sono state proposte attività di vario genere, adatte a un pubblico trasversale, dalle conferenze divulgative alle giornate dedicate ai bambini, per arrivare alle escursioni alle grotte, e poi incontri scientifici e attività didattiche e di ricerca. Per l’anno in corso l’offerta è ulteriormente incrementata, con l’inserimento del museo “Conti” in circuiti culturali sempre più ampi, con collaborazioni con Università e istituti di ricerca.

LEGGI ANCHE: Museo Borgosesia: il logo creato da uno studente dell’artistico | Le foto

Le scuole

Molte sono le attività rivolte alle scuole di ogni grado, con percorsi tematici e l’organizzazione di laboratori con diversi gradi di approfondimento adeguati alle diverse fasce d’età. «Sono circa un migliaio i ragazzi, accompagnati dai loro docenti, che hanno usufruito del servizio – spiega la direttrice Viviana Maria Gili -, partecipando ai laboratori, con preferenza su percorsi di ambito paleontologico e preistorico. Significativa anche la partecipazione di nove classi della scuola dell’infanzia».

Iniziative future

Per il 2019 e per gli anni a venire si punta a creare un palinsesto di attività a scadenza regolare, per attrarre un ampio bacino di pubblico, alternando conferenze archeologiche ad altre storico-artistiche ed antropologiche, e prevedendo anche diverse iniziative rivolte ai bambini: «Vogliamo che questo Museo, che contiene le origini della Valsesia, sia sempre più conosciuto e amato – evidenzia l’assessore comunale Paolo Urban – e stiamo lavorando perché possa diventare un polo culturale forte, qualificato, per la nostra città e per tutto il territorio circostante». Il museo di via Combattenti è aperto il martedì e il giovedì dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 17, e il sabato dalle 15 alle 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente