Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > No alla nuova diga: marcia di protesta in Valsessera
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

No alla nuova diga: marcia di protesta in Valsessera

Iniziativa il 12 giugno a cura di Legambiente, "Custodi" e sezioni del Cai.

No alla nuova diga: marcia di protesta in Valsessera. Iniziativa il 12 giugno a cura di Legambiente, “Custodi” e sezioni del Cai.

No alla nuova diga: marcia di protesta in Valsessera

Torna la protesta contro il progetto della nuova diga in Valsessera. E’ in programma per sabato 12 giugno una marcia da Coggiola al santuario del Cavallero, organizzata da Legambiente Biella, “Custodiamo la Valsessera” e i Cai di Biella, Mosso, Trivero e Valsessera. Appuntamento alle 10 davanti al municipio di Coggiola

Contro il progetto del Consorzio Baraggia

Obiettivo dell’iniziativa è esprimere la contrarietà del territorio al progetto del Consorzio Baraggia di una nuova diga che sostituirebbe quella esistente. Un progetto che ha ripreso forza soprattutto alla luce dei possibili finanziamenti del Recovery Fund.

Il programma della marcia prevede interventi degli ambientalisti alla partenza, a Granero e all’arrivo. Occorre iscriversi entro giovedì 10 giugno contattando il Cai Biella al 33.2460.491 oppure inviando una mail a andrea.formagnana@gmail.com o michela.talon73@gmail.com.

4 Commenti

  • John ha detto:

    Nessuno organizza una contro protesta a favore della costruzione della nuova diga? Ah giusto, le persone civili e di buon senso non hanno bisogno di protestare contro, le persone civili sanno che la diga si farà.

    • Enr ha detto:

      la organizzi Lei, che sicuramente non è un valsesserino. La organizzi a Coggiola, vedrà…tanto successo assicurato. Poi non è chiaro cosa si voglia intendere con “persone civili”: quale è il significato di questa affermazione?

      • John ha detto:

        Che le persone civili non si oppongono al progresso e alle necessità. Esattamente come i no-tav, beceri ignoranti retrogradi, sono solo un manipolo sparuto di estremisti medievalisti (poichè preferiscono il livello tecnologico di quell’epoca).
        Ma la TAV si farà, e mi auguro che si faccia anche la diga.

  • alessandro belviso ha detto:

    avevo giusto intenzione di chiedere al cai biella, che organizza l’evento se fanno partecipare anche un’orso come me.
    De bello civili col passaggio del rubicone no!…del sessera un pò diverso, se nella diga si potranno mettere i sommergibili per silurare i pedalò dei turisti ci stò…mi piacciono tanto i turisti in montagna. e metterci un chiosco per vendergli acqua minerale e panini con manzo argentino che pil! corsi di immersione nelle acque della diga con 20 kg di pesi altra idea turistica; con la corrente prodotta si faranno le luminarie di natale e la messa con luci stroboscopiche.
    pare che su marte ci sia acqua basta scavare un sacco di lavoro per ruspe e betoniere un mucchio di dollari poi basta mandarci tutti i turisti coi razzi di musk con dotazione completa di ombrellonilettinisdraicoccocremasolare meglio cremamarziana e ce li togliamo dai co dalla terra gli caricherei anche tutti i politici e si ritorna all’eden poi festa con cinghiali alla brace
    birra menabrea vini gattinara e bramaterra
    ma che sesserland vadano a rimini che ci si diverte di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *