Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ospedale senza personale, ultimatum di Borgosesia
Attualità Borgosesia e dintorni -

Ospedale senza personale, ultimatum di Borgosesia

Gli amministratori locali scendono in campo per chiedere all’azienda sanitaria risposte concrete

bimbo caduto

Ospedale senza personale, ultimatum di Borgosesia. Nei giorni scorsi si è tenuto un nuovo incontro tra l’amministrazione comunale di Borgosesia e i vertici dell’Asl Vercelli.

Ospedale senza personale, ultimatum di Borgosesia

Il sindaco Paolo Tiramani e la consigliera con delega alla sanità, Lucia Cheso sottolineano:  «Abbiamo ribadito che nonostante il tempo trascorso dalle precedenti segnalazioni e la conferma della nomina del direttore generale, le problematiche continuano a non trovare una soluzione: la riduzione dell’attività medico-chirurgica per l’otorinolaringoiatria, la carenza di personale amministrativo per la medicina legale, inverosimili tempi di attesa per accertamenti e visite specialistiche (neurologia, diabetologia ed endocrinologia), l’assenza di un ambulatorio di oculistica e di geriatria. L’assenza di tali servizi e le inaccettabili liste d’attesa impongono ai cittadini valsesiani di rivolgersi all’ospedale di Vercelli, ove le tempistiche di effettuazione delle prestazioni appaiono inspiegabilmente molto più brevi».

«La soluzione entro settembre»

La direzione dell’Asl giustifica tale disservizio con la mancanza di disponibilità di personale medico specialistico a livello nazionale. E in proposito Cheso e Tiramani sottolineano: «Per cui parrebbe che, nonostante l’istituzione di bandi di concorso e il tentativo di ricorrere ad assunzioni libero professionali da parte degli stessi amministratori, non si riescano ad assumere nuove figure professionali a copertura delle attuali necessità. Evidentemente l’Asl di Vercelli non si sta muovendo abbastanza o, comunque, sta procedendo in maniera poco efficace ed efficiente. Chiediamo che l’Asl intervenga con tutti i mezzi possibili entro la fine di settembre».

Foto d’archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente