Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Presepe vivente a Civiasco: i Labanca saranno la Sacra famiglia
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Presepe vivente a Civiasco: i Labanca saranno la Sacra famiglia

Ogni anno l'ultimo nato in paese viene invitato a interpretare la figura di Gesù bambino.

presepe vivente

Presepe vivente a Civiasco: si rinnova la tradizione che vede l’ultimo nato del paese interpretare Gesù.

Presepe vivente a Civiasco

Anche quest’anno il più piccolo cittadino di Civiasco sarà protagonista della Natività. Sarà il piccolo Nicolò di appena otto mesi a interpretare Gesù Bambino al presepe vivente. E’ una tradizione che prosegue dagli anni Settanta. I promotori chiedono alla famiglia dell’ultimo nato a Civiasco di interpretare la “sacra famiglia” nella notte della Vigilia in chiesa. Quest’anno saranno Simone Labanca, Sabrina Salina e il piccolò Nicolò. «Mio padre è originario di Civiasco – racconta Sabrina – e quando ci hanno chiesto di poter interpretare il presepe abbiamo subito accolto l’invito». Una iniziativa a cui il paese tiene in modo particolare: «E’ una bella tradizione che merita di essere portata avanti».

La tradizione

Civiasco prosegue la tradizione del suo Presepe vivente nato nell’ormai lontano 1977 e portato avanti per trent’anni con il coinvolgimento di tutta la popolazione nelle varie scene dislocate in vari punti del paese. Da qualche tempo si è deciso di concentrarsi solo sulla Natività, rimane comunque quella che è sempre stata la caratteristica principale del Presepe di Civiasco, cioè la presenza di un Gesù Bambino “in carne ed ossa” scelto fra i nati nell’anno da famiglie residenti o con origini civiaschesi.

L’evento

L’appuntamento è per martedì 24 dicembre alla vigilia di Natale con la messa in chiesa parrocchiale alle 22.30, la funzione sarà resa più viva e coinvolgente dalla scena della Natività, composta dal piccolo Nicolò nato quest’anno, nelle vesti di Gesù Bambino, e dai genitori Sabrina e Simone in quelle di Maria e Giuseppe. Completeranno il Presepe bambini e ragazzi nelle parti di angioletti e di pastorelli. Ad accompagnare la messa i suoi e le voci del maestro Dario Colombo con la figlia Federica. La sera della Vigilia si concluderà, come ogni anno, al punto di ristoro “La Busera” per lo scambio di auguri accompagnato dal tradizionale panettone, cioccolata e vin brulé, preparati dai volontari delle associazioni di Civiasco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *