Seguici su

Attualità

Quarona ai proprietari: tagliate gli alberi che “accecano” le strade

Pubblicato

il

Quarona ai proprietari: tagliate gli alberi che “accecano” le strade. L’episodio che ha portato alla decisione del Comune è la caduta di alcune piante, avvenuta a metà luglio, all’altezza della rotonda di Doccio, sulla strada provinciale 299.

Quarona ai proprietari: tagliate gli alberi che “accecano” le strade

Era accaduto di prima mattina e fortunatamente non stavano passando veicoli. La strada era rimasta chiusa per alcune decine di minuti per consentire ai vigili del fuoco di liberare la carreggiata. Nessuna conseguenza dunque, ma è stato un campanello d’allarme. E così, il sindaco di Quarona, come già hanno fatto diversi colleghi valsesiani, ha decido di correre ai ripari chiedendo la collaborazione dei proprietari dei terreni. «Sono cose che accadono, ma che possono avere conseguenze pericolose per l’incolumità di passanti e automobilisti – osserva il primo cittadino -. Purtroppo c’è meno cura di una volta nella manutenzione dei terreni, e la vegetazione, in particolare i fusti di grandi dimensioni, diventano un rischio nel caso di cadute, un pericolo che diventa ancora più concreto se piove o nevica».

LEGGI ANCHE Caduta piante: numerosi interventi nel Biellese

Le strade interessate sono quelle di pertinenza comunale: «Siamo costretti a intervenire chiamando direttamente in causa i proprietari affinchè sia compresa l’importanza di mantenere puliti i terreni a bordo strada – prosegue Pietrasanta -. Penso al rettilineo di Doccio dove c’è stata la caduta, alle strada che portano alle frazioni, a Valmaggiore e al Fei, ma anche alcune periferiche del paese. Stiamo raccogliendo i nominativi dei proprietari per far recapitare una lettera in cui chiediamo di intervenire dove necessario per tagliare alberi e rami che siano pericolanti o si protendono sulla carreggiata, e mantenere pulita la vegetazione. Solo in un secondo tempo, se non verrà dato seguito alla richiesta, passeremo a una vera e propria ordinanza».

Ordinanza

Con l’ordinanza scatterà poi l’obbligo a intervenire, pena sanzioni: «MI auguro di non arrivare a quello, e sono convinto che i quaronesi faranno la loro parte – conclude il sindaco -. Non vogliamo certo fare cassa multando i cittadini, ma dev’essere compresa l’importanza di mantenere puliti i terreni a bordo strada per evitare incidenti e disgrazie».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *