Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Romagnano vuole strade pulite: più cestini e pure un “aspirapolvere”
Attualità Novarese -

Romagnano vuole strade pulite: più cestini e pure un “aspirapolvere”

Nelle prossime settimane inoltre verranno introdotte delle video trappole, così sarà possibile dare un’identità a chi abbandona l’immondizia.

Romagnano vuole strade pulite: più cestini e pure un “aspirapolvere”.  E’ stata potenziata la pulizia dellestrade con l’entrata in funzione di un aspiratore di ultima generazione e con l’aumento dei passaggi dell’operatore ecologico. Inoltre ogni terzo mercoledì del mese è stato ripristinato, nelle zone periferiche, il passaggio della spazzatrice.

Romagnano vuole strade pulite: più cestini e pure un “aspirapolvere”

Oltre alla prossima posa di un numero maggiore di cestini per la carta e le cicche di sigarette, sono state emesse delle ordinanze sul decoro pubblico. Entreranno in vigore in alcune vie i divieti di sosta per permettere di effettuare meglio le “pulizie”. Ecco quindi le aree interessate, i giorni e gli orari nei quali vice il divieto. Tutti i lunedì parco IV Novembre dalle 7.30 alle 8; via Ludovico il Moro dalle 8 alle 9; piazza Cavour e via Partigiani (tratto dall’intersezione con via Primo Maggio fino all’incrocio con piazza Cavour) dalle 9 alle 10.

LEGGI ANCHE A Romagnano strade sorvegliate con il telelaser

Tutti martedì dalle 14.30 alle 16 piazze Libertà e dell’Abbazia, via Novara (tratto dall’intersezione don via dei Martiri fino all’incrocio con via Tarquinio Grassi) e via Garibaldi; dalle 16 alle 17 parcheggio Curioni e piazza Monumento ai Caduti. Tutti i martedì inoltre verrà istituito un divieto di transito in via Novara, dall’incrocio di via dei Martiri all’intersezione con via Grassi. Tutti i mercoledì il divieto di sosta riguarderà via dei Martiri e ministro Caccia dalle 9 alle 10. Rientrano in vigore i divieti, già segnalati dalla cartellonistica presente, il mercoledì nelle vie Mazzini e Primo Maggio. Nelle prossime settimane inoltre verranno introdotte delle video trappole, così sarà possibile dare un’identità a chi abbandona l’immondizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente