Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Scoppio durante la lezione di chimica a distanza: studentessa ferita
Attualità Fuori zona -

Scoppio durante la lezione di chimica a distanza: studentessa ferita

Era in videocollegamento con l’insegnante quando qualcosa è andato storto e il tavolo di lavoro è esploso, ferendola. La vicenda è accaduta a Monza.

Scoppio durante la lezione di chimica a distanza: studentessa ferita. Ha dell’incredibile quanto accaduto ieri in Brianza, considerando che a logica la didattica a distanza dovrebbe essere una delle situazioni più protette e a minor rischio in assoluto, anche in questo imprevedibile 2020.

Scoppio durante la lezione di chimica a distanza: studentessa ferita

Cosa potrebbe mai esserci di pericoloso in una lezione svolta coi computer collegati? Il problema è che stavolta stiamo parlando di una lezione di chimica che non è andata per il verso giusto, visto che nella cameretta di una studentessa impegnata a riprodurre un esperimento s’è verificato uno scoppio imprevisto. Addirittura s’è reso poi necessario il ricovero per la giovane, che ha riportato ustioni alle gambe.

 

Incidente durante la lezione a distanza

Come riporta Prima Monza, la giovane stava eseguendo un esperimento di chimica in videocollegamento con l’insegnante quando qualcosa è andato storto e il tavolo di lavoro è esploso, ferendola.

LEGGI ANCHE Romagnano ricorda Maria Finotti: era il sorriso della scuola dell’infanzia

La ragazza, di 16 anni, che frequenta il Liceo Scientifico Mapelli di Monza, è stata subito soccorsa dai Comando dei Vigili del fuoco intervenuti prontamente nell’appartamento, nel quartiere popolare di Cederna.

In ospedale

Non è ancora ben chiaro cosa sia accaduto, ma è verosimile pensare che una reazione chimica abbia innescato un’esplosione.  La 16enne è stata trasportata dal personale del 118 all’ospedale Niguarda: purtroppo ha riportato serie ustioni alle gambe.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente