Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Boccone avvelenato uccide la volpe-mascotte di Masseranga
Cronaca Sessera, Trivero, Mosso -

Boccone avvelenato uccide la volpe-mascotte di Masseranga

Da qualche mese l’animale si vedeva spesso passeggiare lungo le strade della frazione, fidandosi delle persone.

Boccone avvelenato uccide la giovane volpe “adottata” dalla frazione di Portula.

Boccone avvelenato uccide la volpe di Portula

La giovane volpe non passeggerà più in frazione Masseranga, dove da qualche mese entrava senza paura fidandosi di chi la incrociava o le dava da mangiare. L’animale infatti è stato ritrovato morto qualche giorno fa da un residente. E non è stata morte naturale: è stata avvelenata.

Una presenza tenera e discreta

«Ormai ci eravamo abituati alla sua presenza discreta – racconta un abitante di Masseranga –. Veniva a mangiare senza fare danni e se ti vedeva non scappava. Rimaneva lì a guardarti, fidandosi dell’uomo. Sabato scorso l’abbiamo ancora vista aggirarsi in paese poi domenica l’ho trovata morta nel prato vicino agli orti. Mi è spiaciuto davvero tanto perché l’animale era pacifico e non faceva male a nessuno».

Sparse delle esche avvelenate

Per capire meglio quanto era accaduto l’uomo ha chiesto il parere di un esperto nel settore degli animali. «Volevo capire la causa e un conoscente mi ha indirizzato a un esperto che mi ha risposto che si trattava di una morte dovuta ad avvelenamento. Del resto anche diversi gatti hanno fatto una brutta fine. Il mio, proprio in quei giorni, non ha più mangiato: probabilmente anche lui è venuto a contatto con le esche avvelenate, ma è stato più fortunato».

Un gesto inutile e crudele

«Dico solo che è un gesto davvero brutto e senza senso. La volpe girava in paese con tranquillità, vedevamo le sue impronte sulla neve o la incrociavamo. Questo non mi sembrava un dramma anzi, faceva piacere vederla avvicinarsi alle case. Era un appuntamento quotidiano, purtroppo a qualcuno non piaceva e ha deciso di avvelenarla».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *