Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Poliziotta Varallo salva la vita a un camionista
Cronaca Varallo e Alta Valsesia -

Poliziotta Varallo salva la vita a un camionista

Tutto è successo l’altro giorno nel piazzale del casello di Carisio sulla A4

Poliziotta Varallo salva la vita a un autista di un camion. L’uomo rischiava di rimanere strozzato da un boccone andato per traverso e non ingerito mentre era alla guida del proprio autoarticolato

Poliziotta Varallo salva la vita a un uomo

Una agente della Polstrada di Varallo ha salvato la vita a un autista di un camion. L’uomo rischiava di rimanere strozzato da un boccone andato per traverso e non ingerito mentre era alla guida del proprio autoarticolato. Tutto è successo l’altro giorno nel piazzale del casello di Carisio sulla A4. Le pattuglie erano impegnate nell’ambito di una operazione complessiva per il controllo dei mezzi adibiti al trasporto di merci. A un certo punto gli agenti fermi per l’appostamento hanno notato un autoarticolato rallentare e fermarsi a poca distanza dal posto di blocco. Dalla cabina l’autista, un 52enne residente in provincia di Monza Brianza, ha iniziato a fare gesti in segno di aiuto. Immediatamente gli agenti della Polstrada sono intervenuti per aiutarlo. L’autista non riusciva più a parlare, ma a gesti faceva intendere di avere difficoltà a respirare per aver ingerito qualcosa. Una agente della Polstrada di Varallo, con nozioni di pronto soccorso in quanto diplomata infermiera professionale, ha fatto scendere l’autista ormai cianotico dalla cabina e ha iniziato a praticargli la manovra di “Heimilich” al fine di liberare le vie aree. Dopo diverse compressioni all’altezza dello stomaco l’uomo è riuscito ad espellere il boccone non ingerito e ha ripreso a respirare in modo autonomo. Nel frattempo nel piazzale dell’uscita autostradale di Carisio è intervenuta anche l’ambulanza del 118 che ha preso in cura l’autista portandolo al pronto soccorso per gli accertamenti del caso. L’uomo è riuscito a riprendersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente