Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Affittare la passerella del treno costa 400mila euro
Attualità Gattinara e Vercellese -

Affittare la passerella del treno costa 400mila euro

Continua a tenere banco il collegamento tra le due sponde del Sesia: probabile una soluzione “militare”

Affittare la passerella del treno costa 400mila euro. Anche per questo motivo (tutt’altro che trascurabile), prende sempre più piede l’ipotesi di un ponte militare di tipo Bailey per collegare Romagnano e Gattinara in via provvisoria.

Affittare la passerella del treno costa 400mila euro

C’è stato un nuovo confronto tra Comune, Provincia e Regione, e lunedì potrebbe dire la sua anche il Ministero per poter così avviare l’iter. Il nodo è ovviamente legato alle risorse finanziarie che servono per coprire il costo dell’intervento, ma anche ai tempi di realizzazione.

Una voce ufficiale

Una voce ufficiale su cosa sta avvenendo al ponte della ferrovia arriva dal sindaco di Gattinara Daniele Baglione: «Non c’è alcun lavoro in corso sulla passerella ferroviaria. Stanno semplicemente facendo lavori di pulizia dopo la piena del Sesia. Tutto lì».  Poi il sindaco di Gattinara conferma che una decisione sul futuro collegamento non è stata ancora presa su quale struttura adottare per il collegamento. «Al momento a livello territoriale siamo più indirizzati a optare per un ponte provvisorio ma comunque nuovo che sfruttare la passerella ferroviaria. Una decisione non è stata ancora presa ufficialmente e siamo in attesa di un confronto con la Regione per poter dare il via ufficiale all’opera».

La Provincia di Novara

Anche dalla Provincia di Novara arrivano chiarimenti sulla situazione del ponte e sulle possibili alternative che si stanno vagliando. «L’iter è tuttora in corso di valutazione, soprattutto alla luce del fatto che, prima di poter percorrere la strada del ponte provvisorio e movibile, dobbiamo avere ben chiare quelle che sono le disponibilità economiche da parte degli enti locali e l’eventuale contributo da parte del Ministero», spiega il consigliere delegato ai lavori pubblici e viabilità della Provincia di Novara Marzia Vicenzi che ha partecipato, nei giorni scorsi , all’incontro con l’assessore regionale ai lavori pubblici Marco Gabusi e con il sindaco di Romagnano Alessandro Carini, l’argomento era il sollecito dal Comune per valutare l’ipotesi di una struttura alternativa alla sistemazione del ponte della ferrovia per la fruibilità di automezzi concordata con la Regione.

Costi

« In questo momento – spiega il consigliere – abbiamo costi presunti di affitto del ponte movibile, che, mensilmente, si aggirerebbero intorno ai 32.000 euro mensili, per un costo annuo di circa 400.000 euro: il punto è capire con quali finanziamenti. Attendiamo, per la giornata di lunedì prossimo, la conferma di un incontro in loco con il Ministro delle Infrastrutture per poterci confrontare sulle diverse ipotesi, fermo restando che l’impegno e l’obiettivo che la Provincia di Novara ha assunto dalle prime ore, confrontandosi con i vertici del Governo e della Protezione civile, restano quelli della ricostruzione del ponte crollato, un’opera per la quale ci siamo già concretamente impegnati, per le nostre competenze, finanziando con 1.150.000 euro gli immediati interventi per la messa in sicurezza dell’alveo».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Un Commento

  • Luca ha detto:

    Siamo nel bel mezzo della burocrazia Italiana e del menefreghismo di molti funzionari pubblici. Grazie comunque a chi sul territorio lotta contro questo “mostro” che frena il nostro bel paese. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente