Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia l’ospedale respira: riprendono anche le visite non urgenti
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia l’ospedale respira: riprendono anche le visite non urgenti

Il sindaco di Quarona: «Importante riprendere la prevenzione».

Visite fisiatriche oggi impossibili a Borgosesia: il racconto di una cittadina

Borgosesia, si allenta la pressione sull’ospedale.  l’ospedale respira: riprendono anche le visite non urgenti

Borgosesia, in ospedale riprendono le visite non urgenti

Anche all’ospedale di Borgosesia, così come nelle strutture gestite dall’Asl di Vercelli e in tutto il Piemonte, riprendono le attività ordinarie programmate e di screening nel rispetto delle norme anti-Covid. Intanto per il “Santi Pietro e Paolo” ci sono novità anche per il reparto di chirurgia generale. Un nuovo medico proveniente da Torino entra nello staff.

Un graduale ritorno alla normalità

La sospensione temporanea di esami e visite non urgenti era stata decisa dall’unità di crisi della Regione il 9 marzo scorso, a causa dell’aggravarsi della pandemia. Ora le aziende sanitarie regionali possono ripristinare le attività ordinarie programmate e di screening.

Ne parla Gualtiero Canova, direttore sanitario dell’Asl Vercelli: «La situazione epidemica, come ha specificato l’assessorato regionale alla sanità, permette di tornare a una graduale normalità negli ospedali, usando via via tutti i reparti non più occupati da pazienti Covid. L’Asl sta riorganizzando la propria attività per provvedere al riordino delle attività ospedaliere ordinarie, in sicurezza e in rapporto alle necessità».

«Importante riprendere la prevenzione»

Un passo avanti importante anche per Francesco Pietrasanta, sindaco di Quarona e responsabile per il settore sanitario tra i sindaci della valle. «La questione è sempre la solita. C’è l’emergenza Covid, ma ne sta creando altre. Tanti pazienti in questi mesi sono stati obbligati a rivolgersi altrove, c’è chi anche per paura non ha effettuato visite. È necessario far capire che gli ospedali ripartono, in modo che la gente riprendano le visite di prevenzione».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *