Seguici su

Attualità

Celebrati a Maggiora i 40 anni di “Amico è” | LE FOTO

Pubblicato

il

Celebrati a Maggiora i 40 anni di “Amico è”. La canzone “L’amico è” ha spento 40 candeline e per festeggiare il compleanno sono arrivati a Maggiora grandi artisti e autori di musica pop e cantautorale degli anni ’80 e ’90.

Celebrati a Maggiora i 40 anni di “Amico è”

Ecco le foto

L’altro giorno all’autodromo di Maggiora si respirava l’atmosfera che, nel 1982, il musicista Dario Baldan Bembo scelse per registrare il suo celebre brano corale “Amico è” e l’album “Spirito della terra”. Il brano era nato proprio a Maggiora, dove l’autore possiede una cascina.

Il concerto è iniziato nel pomeriggio per continuare fino a tarda sera, con l’avvicendarsi sul palcoscenico di nomi molto noti in quei decenni: Franco Fasano, Riccardo Fogli, Mario Lavezzi, Marco Ferradini; e poi ancora Francesca Alotta, Aida Cooper, Silvia Annichiarico, il cabarettista Franco Romeo e l’imitatore di Renato Zero Daniele Quartapelle, che ha spopolato all’ultima edizione di “Tale e quale show”. Tutti si sono cimentati nell’esecuzione dei celebri brani composti da Baldan Bembo, ma anche da Franco Fasano, conduttore della serata insieme a Erica Tamborini. Madrina della manifestazione è stata Nini Giacomelli, coautrice di “Amico è”, alla quale il sindaco Roberto Balzano ha offerto un omaggio.

LEGGI ANCHE Festa a Maggiora per i 40 anni di “Amico è”. La canzone fu scritta in un cascinale del paese

Alla serata 1100 persone

«È stata davvero una bella serata, alla quale abbiamo stimato abbiano partecipato circa 1.100 persone – racconta il primo cittadino maggiorese – Lo spettacolo è iniziato con l’esibizione del coro dei bambini di Maggiora Amico è” e del gruppo delle Mondane, band pop-folk novarese, la cui voce è il maggiorese Luca Borin. Poi si sono avvicendati gli artisti in cartellone: con Baldan Bembo al pianoforte, si è esibito alla tromba anche il fratello 92enne Claudio. Ad accompagnare le esibizioni c’erano musicisti come il chitarrista Gigi Patellaro, il saxofonista Claudio Miceli, i batteristi Valter Scebran e Andy Surdi. A fine serata, tutti a mangiare il risotto preparato dallo Sport Club. «Il buon esito della serata – conclude Balzano – ha spinto l’organizzazione a tentare di rendere annuale questo tipo di spettacolo».

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *