Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Cimitero Gattinara: tornano le grondaie che erano state rubate
Attualità Gattinara e Vercellese -

Cimitero Gattinara: tornano le grondaie che erano state rubate

Le nuove canaline però non sono più di rame, materiale troppo “ghiotto”: ma di una lega con basso valore commerciale.

Cimitero Gattinara: appaltati i lavori per sostituire le canaline di scolo.

Cimitero Gattinara: tornano le grondaie

Dopo mesi, quasi un anno, tornano le canaline nel cimitero di Gattinara. A sollecitare più volte la giunta è stato il consigliere comunale con delega alle attività cimiteriali Francesco Patriarca, che raccoglie sistematicamente le lamentele dei proprietari delle tombe che, a causa della pioggia che non viene più raccolta dai pluviali, subiscono infiltrazioni d’acqua e danneggiamenti di muri e parti in cemento.

Furti a manetta

Nei mesi scorsi, in più riprese (anche talmente ravvicinate da diventare imbarazzanti), erano state rubate praticamente tutte le grondaie in rame che si trovavano all’interno e all’esterno del camposanto di via Dante Alighieri. Sembrava che i ladri quasi si divertissero a sfidare gli annunciati controlli intensificati in tutta l’area, riprendendo dopo pochi giorni il “lavoro” che avevano interrotto in precedenza.

Affidato l’incarico

«Abbiamo dato l’incarico – spiega il sindaco di Gattinara, Daniele Baglione – per la sostituzione delle canaline del cimitero. I lavori sono stati assegnati alla ditta di Italo Albertinetti lattoniere, la stessa azienda gattinarese che sta rifacendo la copertura del palazzetto dello sport di via Castellazzo. Ovviamente le nuove canaline non sono più in rame, ma in una lega di scarso valore economico, proprio per non destare l’appetito dei ladri».

Area videosorvegliata

Nei mesi scorsi, sempre il sindaco, aveva annunciato anche l’installazione di tre telecamere dell’impianto di videosorveglianza, per controllare i perimetri esterni del cimitero e l’interno. Oltre alle grondaie, infatti, non sono mancate le lamentele di numerosi cittadini che hanno subito il furto di suppellettili (spesso in rame o metalli pregiati), di vasi di fiori o addirittura di piccoli oggetti lasciati sulle tombe dei propri cari.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *