Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ex scuola Pratrivero trasformata in alloggi e centro disabili
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Ex scuola Pratrivero trasformata in alloggi e centro disabili

«Un esempio concreto di come si possa rilanciare un immobile in disuso offrendo servizi e posti di lavoro».

Ex scuola Pratrivero trasformata in centro disabili: così Valdilana recupera un edificio vuoto.

Ex scuola Pratrivero trasformata in struttura per disabili

Un alloggio per disabili, ma anche un’area incontro. Sta ormai prendendo forma il progetto lanciato dall’ex amministrazione comunale di Trivero in quella che fino a qualche anno fa era la scuola primaria di Pratrivero. Partito nel settembre 2019, ora i lavori sono ormai al termine.

Progetto pronto

Ad annunciarlo l’assessore Elisabetta Prederigo durante la conferenza stampa di presentazione del progetto “Tessere di nuovi spazi” con cui l’amministrazione di Valdilana intende andare a recuperare stabili chiusi o in disuso.  «L’ex scuola di Pratrivero – osserva l’assessore – diventerà un luogo di inclusione e integrazione per i disabili, ci sarà un alloggio per il “dopo di noi” e per garantire l’autonomia, oltre a un luogo di incontro».

LEGGI ANCHE: Liceo Valdilana centinaia di firme per dire no al trasloco a Cossato

Intervento da 140mila euro

L’intervento da 140mila euro, in parte coperto dalla Regione, ha previsto anche la sostituzione della caldaia, oltre a coprire le spese per nuovi arredi e una piattaforma elevatrice per disabili. Il primo piano della struttura verrà convertito in un alloggio di autonomia per disabili in base al progetto nazionale “Dopo di noi”.

LEGGI ANCHE: Valdilana ritocca al rialzo la tassa rifiuti

Una richiesta avanzata dai cittadini

L’amministrazione comunale aveva dato il via all’opera dietro impulso di diverse famiglie della zona che richiedevano un posto per i propri ragazzi. Il piano terreno dello stabile era già stato messo a disposizione dei volontari dell’associazione “La Pigna”. Potrebbe essere infatti utilizzato per lo svolgimento di attività ludiche, artistiche e motorie.

Nuovi posti di lavoro

Sarà inoltre un luogo dedicato alla promozione dell’autonomia nella disabilità, occasione per creare anche nuovi posti di lavoro sul territorio. Ha infatti commentato anche il sindaco Mario Carli: «Una volta attiva questa struttura permetterà di avere anche tre o quattro operatori che potrebbero decidere di trasferirsi sul territorio».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *