Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Liceo Borgosesia nuova ala in arrivo: un’opera attesa da dieci anni
Attualità Borgosesia e dintorni -

Liceo Borgosesia nuova ala in arrivo: un’opera attesa da dieci anni

Sopralluogo del presidente della Provincia al cantiere.

Liceo Borgosesia

Liceo Borgosesia, è in corso la realizzazione della nuova ala: ci saranno altre quattro aule.

Liceo Borgosesia, l’ampliamento

Lavori in corso finalmente al liceo Ferrari di Borgosesia: prosegue la realizzazione della nuova ala. In viale Varallo si conclude l’ampliamento del liceo, un’opera attesa ormai da più di dieci anni. La nuova ala è destinata a ospitare quattro aule-laboratorio (collegate al corpo principale con un collegamento coperto) che porterebbero a risolvere le esigenze di spazi per gli studenti del “Ferrari” che, come noto, per anni hanno dovuto spostarsi nelle aule lasciate libere all’istituto tecnico di Agnona. I lavori sono ripresi dal punto in cui vennero abbandonati dall’impresa nel 2012, e secondo il programma l’anno scolastico in partenza a settembre dovrebbe essere quello decisivo per il rientro alla normalità.

Il sopralluogo

L’area di lavoro, insieme all’intervento in corso all’itis di Agnona, è stata ispezionata venerdì dal presidente della Provincia, Eraldo Botta, insieme all’assessore delegato all’edilizia scolastica Gian Mario Morello e ai tecnici dell’ente provinciale, accompagnati dal consigliere Angelo Dago e dal sindaco Paolo Tiramani: «E’ davvero un piacere vedere come le opere procedano velocemente – è il commento di Botta -. Il mio obiettivo su queste strutture era stato esposto al momento dell’insediamento, nell’ottobre del 2019, e sono soddisfatto che a distanza di nemmeno un anno e mezzo siano giunte a questo ottimo punto: sono segnali positivi che diamo al territorio, ai nostri studenti che devono essere formati in strutture adeguate per il loro futuro. Voglio ringraziare i tecnici provinciali che hanno contribuito con la loro opera professionale allo sblocco della situazione del liceo scientifico e la ditta appaltatrice che, dalla ripresa dei lavori, ha rispettato con grande professionalità le scadenze».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *