Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Patto per la sicurezza in Valsessera: nel 2021 telecamere in tutti i paesi
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Patto per la sicurezza in Valsessera: nel 2021 telecamere in tutti i paesi

I Comuni hanno sottoscritto un accordo con la prefettura per un piano di sicurezza integrato

ladro seriale

Patto per la sicurezza in Valsessera: nel 2021 telecamere in tutti i paesi. Soltanto Pray in questo momento è dotato di un sistema di telecamere su tutto il territorio e l’obiettivo è comunque di potenziare la rete per cercare di coprire anche la parte delle frazioni alte.

Interventi a Sostegno

Sostegno ha firmato l’accordo con l’obiettivo di installare una serie di occhi elettronici in grado di garantire una sicurezza ai cittadini. Al momento il Comune dispone di un paio di telecamere, ma l’accordo con la prefettura prevede un intervento più completo cercando di andare a coprire anche le strade che portano verso la parte alta del paese. Ovviamente poi occhi elettronici saranno posizionati all’ingresso del borgo.

Portula parte

Portula ha tutta l’intenzione di partire in tempi brevi. «Il progetto della videosorveglianza – spiega il sindaco Fabrizio Calcia Ros – lo vogliamo portare avanti anche al di là dell’accordo siglato con la prefettura. L’obiettivo è garantire la sicurezza dei nostri residenti, ma anche posizionare telecamere contro vandali». Ovviamente saranno individuati alcuni punti strategici dove installare gli apparecchi, si punta a combattere truffe e furti, ma anche a evitare di trovarsi sorprese come rifiuti abbandonati lungo le strade.

Progetto pronto a Coggiola

Progetto di oltre 100mila euro per mettere in sicurezza il territorio di Coggiola con un sistema di videosorveglianza. «E’ un progetto pensato in sinergia con i carabinieri di Coggiola – interviene il sindaco Gianluca Foglia Barbisin -. Abbiamo collaborato per capire i luoghi più adatti per poter installare la videosorveglianza». E aggiunge: «Per fortuna siamo un territorio dove non si sono verificati furti rilevanti, ma è comunque necessario avere un sistema di controllo del territorio». L’idea è di andare a coprire di telecamere le strade di accesso al paese: quelle provenienti da Pray, ma anche da Portula, oltre ad alcune videocamere in centro.

Rete completa

L’idea della prefettura e dei Comuni è proprio quella di creare una rete di telecamere estesa a tutta la Valsessera in modo da non avere “zone d’ombra” permettendo quindi un controllo completo coinvolgendo ovviamente anche i Comuni di Crevacuore, Ailoche e Caprile. Nel 2021 si punta a fare decollare finalmente il progetto.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *