Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ponte Romagnano ancora fermo: servono nuovi strumenti per verificare se ci sono bombe inesplose in zona
Attualità Novarese -

Ponte Romagnano ancora fermo: servono nuovi strumenti per verificare se ci sono bombe inesplose in zona

La presenza di ferrite ha reso necessari approfondimenti con apparecchi che devono essere autorizzati dal Genio militare.

Ponte Romagnano

Ponte Romagnano ancora fermo. Il completamento della procedura di sminamento è un passaggio obbligato per dare il via libera ai lavori.

Ponte Romagnano ancora fermo

Sono davvero iniziati i lavori per la costruzione del ponte provvisorio sul Sesia? La domanda, in questi giorni, se la stanno facendo in tanti, romagnanesi e non solo. Nell’area del cantiere non c’è molto movimento, né di uomini e né di mezzi e questo ha fatto sollevare più di un dubbio.

In realtà, sono cominciate le operazioni per la bonifica degli ordigni bellici, che sono effettuate dalla ditta “Gap Service” di Padova. Un adempimento obbligatorio per poter dare il via ai lavori veri e propri e che si sta prolungando oltre il previsto.

Rinvenuta molta ferrite

«Per la bonifica degli ordigni bellici – spiegano fonti dell’Anas, che ha appaltato i lavori – di solito bastano 10 giorni. Nel caso del ponte di Romagnano, la motivazione del prolungamento delle operazioni è di natura esclusivamente tecnica e dipende in particolare dal fatto che nell’area del fiume è stata trovata molta ferrite».

Per questo le indagini dovranno essere approfondite attraverso delle apparecchiature particolari. E per il loro utilizzo servirà anche il beneplacito del Genio militare.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

4 Commenti

  • Francesco ha detto:

    🤷 L idea geniale di costruire ponti provvisori = 5 milioni di euro , e ora un bel + per la bonifica… più ché giusto e ovvio. È naturale non ci sono alternative si di fatto a Genova al posto del ponte Morandi ora c’è un ponte provvisorio. 😄😄

  • Luca ha detto:

    Iniziano i meandri della PA…… ora servirà il permesso del permesso e la mano destra che chiederà pareri alla sinistra. Sveglioni! Andate avanti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *