Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Valsesia bonus di 500 euro per i turisti in vacanza
Attualità Borgosesia e dintorni -

Valsesia bonus di 500 euro per i turisti in vacanza

L’iniziativa sarà patrocinata da Vittorio Sgarbi.

Valsesia bonus di 500 euro per i turisti in vacanza. Con un montepremi di oltre 50 mila euro, suddiviso in buoni da 500 euro, parte il 20 giugno il concorso “VACANZE IN VALSESIA”, nato da un’idea del Deputato del territorio, Paolo Tiramani e condiviso entusiasticamente dal Presidente della Provincia di Vercelli, Eraldo Botta, e dai Sindaci valsesiani. L’iniziativa sarà patrocinata da un grande amico della Valsesia, Vittorio Sgarbi.

Valsesia bonus di 500 euro per i turisti in vacanza

«Il bonus vacanze lanciato dal Governo si è rivelato in realtà molto farraginoso, difficile da fruire – spiega Tiramani – e strutturato come un credito d’imposta: non sta avendo successo. Di contro, noi offriamo alle famiglie reale possibilità di fare le vacanze, in un posto magnifico come la nostra Valsesia e, a differenza del Governo distribuiamo buoni che valgono denaro subito: le famiglie li usano per pagare le strutture ricettive, e queste saranno subito rimborsati da noi con euro, e non con fantomatici sconti sulle tasse….che poi chissà quando arriveranno!».

LEGGI ANCHE Valdilana più di cento autocertificazioni: i negozi chiedono il bonus 

I vincitori del concorso potranno scegliere dove e come trascorrere la loro vacanza in Valsesia: il territorio si snoda da Alagna, comunità Walser ai piedi del Monte Rosa, sede del Parco Naturale più alto d’Europa, fino a Gattinara, città famosa nel mondo per il suo prezioso vino.

Maggiori dettagli sull’edizione di Notizia Oggi in edicola domani

2 Commenti

  • Gianni ha detto:

    I soldi pubblici andrebbero spesi per migliorare i servizi sul territorio, non per farsi pubblicita’ in pompose ed inutili manifestazioni pubbliche con personaggi criticabili come Sgarbi. I turisti in Valsesia non mancano, mancano adeguate infrastrutture e servizi per accoglierli.
    E continueranno a mancare anche dopo questa berlusconata…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente