Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo-Camasco: serve l’esplosivo per riaprire la strada
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo-Camasco: serve l’esplosivo per riaprire la strada

Occorre dunque attendere i permessi del caso.

varallo-camasco

Varallo-Camasco: i massi bloccano ancora la strada. La situazione richiede l’uso di esplosivi e dunque i relativi permessi.

Varallo-Camasco ancora chiusa

La frana di Camasco si sta rivelando piuttosto complessa da fronteggiare. Dopo la frana caduta la mattina del 12 giugno scorso a causa del maltempo, in prossimità del bivio che da Varallo porta alle frazioni di Camasco e di Morondo, la strada che conduce a Camasco è stata chiusa a causa dei massi caduti direttamente sul manto stradale. Fortunatamente nessuno stava percorrendo il tratto in questione nel momento dello smottamento.

Massi pericolosi

Una volta messa in sicurezza la parete e ripulita la strada, i tecnici che hanno effettuato il sopralluogo hanno ritenuto la situazione ancora pericolosa per la presenza di alcuni massi proprio sulla sommità della montagna che sono potenzialmente a rischio caduta.

Le autorizzazioni

«Purtroppo – spiega il vice sindaco Pietro Bondetti – i tecnici intervenuti si sono resi conto resi conto della pericolosità della situazione e della necessità di eseguire importanti lavori di disgaggio. In questo momento stiamo aspettando che arrivino le autorizzazioni dalla Questura per la posa degli esplosivi che serviranno a rimuovere i massi ancora pericolanti e rendere il tratto di strada sicuro. Sappiamo bene quanto questa situazione risulti scomoda per gli abitanti della frazione ma possiamo soltanto chiedere ancora un pochino di pazienza; purtroppo la burocrazia ha delle tempistiche che devono essere rispettate».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *