Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Omicidio Leo: slitta la discussione della perizia psichiatrica
Cronaca Fuori zona -

Omicidio Leo: slitta la discussione della perizia psichiatrica

Era in programma in questi giorni, ma è stata rinviata a causa dell'emergenza sanitaria. La data dell'udienza deve ancora essere fissata.

omicidio leo

Omicidio Leo: l’emergenza Coronavirus causa il rinvio della discussione in merito alla perizia psichiatrica dell’imputato Said Mechaquat.

Omicidio Leo, la perizia

Rinvio per la discussione della perizia psichiatrica dell’imputato nel caso dell’omicidio di Stefano Leo. La discussione era in programma in questi giorni. Da Mechaquat non sono però arrivate richieste di celebrazione dell’udienza. Secondo le disposizioni per il contenimento dell’epidemia, dunque, a meno di un ripensamento da parte dell’imputato sarà necessario aggiornare la causa. La data non è ancora stata stabilita. La perizia psichiatrica è stata depositata nei giorni scorsi ma non è ancora a disposizione di tutte le parti.

I fatti

L’omicidio di Stefano Leo risale al 23 febbraio 2019. Il 34enne, nativo di Varallo ma residente poi nel Biellese e negli ultimi tempi a Torino, è stato ucciso proprio nel capoluogo, mentre si dirigeva a piedi al lavoro passando per la zona Murazzi. Un delitto efferato e rimasto per circa un mese inspiegabile, soprattutto alla luce della vita tranquilla e senza nemici condotta dalla vittima. È giunta poi la confessione di Mechaquat, che ha dichiarato di avere ucciso il 34enne perché “troppo felice”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente