Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Sequestrato finto cachemire: nei guai imprenditore
Cronaca Fuori zona -

Sequestrato finto cachemire: nei guai imprenditore

In una attività del Torinese venivano apposte etichette che segnalavano l'autenticità della merce: una truffa scoperta dalle fiamme gialle

maglioni di acrilico

Sequestrato finto cachemire: nei guai imprenditore. Le fiamme gialle hanno trovato in un negozio di Rosta, nel Torinese finto cachemire spacciato per merce di pregio.

Sequestrato finto cachemire: nei guai imprenditore

Le forze dell’ordine hanno sequestrato 4mila capi di abbigliamento, oltre 90mila etichette ed imballaggi, 2 macchinari e 220mila metri di filato acrilico per un valore che supera i 250mila euro. Attraverso analisi approfondite la guardia di finanza ha scoperto che i filati non erano di pregio. Il personale dell’attività apponeva etichette che segnalavano i capi come prodotti realizzati con merce autentica, in realtà era una truffa. A finire nei guai è stato un imprenditore cinese, titolare dell’attività che è stato denunciato e dovrà pagare una multa di oltre 5mila euro.

Foto d’archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente